Tempo privilegiato: tempo per fare una pausa

Da Manila: Sr Hong Tham

     

momento specialeDurante la pandemia sto completando un corso di Sacra Scrittura presso l'Istituto di Formazione e Studi Religiosi, Manila, Filippine (IFER). In compagnia di altre sorelle che sono rimaste bloccate qui a causa della situazione, vivo un momento unico pieno di possibilità e sfide.

La situazione di un nostro compagno affetto dal coronavirus ci ha costretti a due settimane di reclusione al termine delle quali siamo stati grati di essere tutti sani e salvi.

È un momento di pausa offerto ai credenti per aprire gli occhi al mondo esterno ea se stessi, per osservare con attenzione i cambiamenti e le cose che passano.

Siamo stati invitati a partecipare ad alcuni seminari legati alla situazione pandemica, trattando temi come “il potere di guarigione attraverso la bellezza”, “la natura come terapia[1] ". Come ci invita Pascal: "Nei momenti difficili, dovresti sempre avere qualcosa di bello in te e nello spirito". Pratichiamo contemplando la bellezza della natura, lasciandoci toccare e guarire da essa. La bellezza ci porta più in profondità dentro di noi, per riposare nel nostro spazio sacro; la natura stessa è una fonte di guarigione.

I profeti ci offrono una metafora di Dio: per loro è "il grande dottore". Peste, pandemia, malattie sono sempre interpretate come il giudizio di Dio e anche come opportunità per Dio di guarire e rinnovare. Il giudizio divino è quindi anche una fonte di salvezza[2]. Agli occhi dei profeti, il presente è anche un segno, un'opportunità per loro di ricordare costantemente a Israele i suoi obblighi più profondi - proprio come i nostri come cristiani, noi, 'i rami dell'olivo selvatico' che siamo stati 'innestato sull'olivo' "[3].

Il ruolo dei profeti di proclamare e denunciare, necessario in ogni epoca, ci permette di riconoscere la presenza divina e di rispettare la santità della vita. Oggi è una sfida per me.

Suor Hong Tham

 

[1] Seminari del Dr. Honey Carandang e del Dr. Arnold Lumbao

[2] Vedere James A. Sanders, Torah e Canon. Fortress Press, 1972,82

[3] Nostra aetate, 4