Storia della Congregazione di Notre-Dame

Alla fine del XVI secolo

L'universo si sta espandendo, la visione del mondo cambia, un nuovo look viene portato all'uomo.

Il Concilio di Trento è appena terminato. Un importante movimento di rinascita spirituale attraversa la Chiesa. È "il secolo dei santi": Ignace de Loyola, Thérèse d'Avila, Jean de La Croix, Vincent de Paul, Bérulle, François de Sales ...


Alla fine del XVI secolo, nel Ducato di Lorena, allora indipendente dalla Francia, furono vissuti tempi duri: corruzione dei costumi, ingiustizie sociali, miseria, guerre senza fine, carestie, epidemie, guerre di religione, ignoranza e miseria morale del clero e religiosi, popolazioni abbandonate ...

Nel Natale del 1597, nella chiesa di Mattaincourt, durante la messa di mezzanotte celebrata da Pierre Fourier, Alix, che ha 21 anni, si consacra a Dio con quattro compagni. È l'inizio della Congregazione.


Alla fine del XVI secolo, l'educazione delle ragazze era praticamente inesistente. Pierre Fourier e Alix Le Clerc, consapevoli di questa urgenza, vogliono insegnare gratuitamente alle bambine, sia povere che ricche. Un progetto rivoluzionario all'epoca!

Il loro obiettivo: una vera promozione delle donne, in un'ottica di trasformazione della società.

1598: a Poussay viene aperta la prima scuola gratuita per ragazze. Allo stesso tempo, Pierre Fourier ha lavorato alla redazione delle Costituzioni della nuova Congregazione. Nel 1616 ottenne la sua approvazione da Roma. Nel 1628 le suore della Congregazione di Notre-Dame presero il nome di Chanoinesses de Saint-Augustin, per essere riconosciute per la vita apostolica.


Meno di un secolo dopo

80 case, in Lorena, in Francia e in alcuni paesi vicini! Attorno ad ogni scuola si apre un monastero. Le suore vi abitano in comunità, tenute alle rigide regole che poi gestiscono i conventi femminili.

Ogni monastero è autonomo ma tutti vivono in grande unione, sostenendosi a vicenda nel bisogno e vivendo un vero aiuto reciproco.

Nei vortici della storia

Nonostante le fatiche: guerre, persecuzioni ... le suore, disperse in più occasioni, si rifugiarono in altri paesi dove continuarono la loro missione attraverso il lavoro dell'educazione.


All'inizio del XX secolo

Alcuni monasteri sono federati, altri vengono formati in unioni. Nel 1963 le case delle due grandi Unioni ne fecero una sola, l'attuale Congrégation Notre-Dame.


Dopo il Vaticano II

L'apertura al mondo, richiesta dal Consiglio, porta la Congregazione a cercare risposte nuove, adatte ai luoghi in cui è presente e alle esigenze delle persone interessate. Le piccole comunità brulicano ovunque e la vita religiosa è modificata nella sua forma.


oggi

Fedeli alle intuizioni della loro origine, le suore della Congregazione Notre Dame cercano di rispondere alle emergenze del loro tempo.

I poveri, gli oppressi, i meno privilegiati mantengono la loro attenzione principalmente. Ovunque si trovino, cercano di lavorare per lo sviluppo e la crescita della persona, attraverso l'istruzione e la formazione, a tutti i livelli, a seconda del Paese. Con quali mezzi ?

- educazione popolare

- educazione alla fede

- educazione alla giustizia

- impegno per i poveri.

Inviati dalla Congregazione, vivono insieme in "fraternità".

- vita quotidiana insieme

- la missione di ciascuno e del gruppo

- preghiera personale e comunitaria.

Sono garantite l'unità delle suore tra di loro, la riflessione e il discernimento dei progetti:

- in ogni paese, da un gruppo di suore elette per questo servizio,

- a livello internazionale, da un'équipe eletta per 6 anni dal Capitolo Generale, al servizio di tutta la Congregazione.

Sia nel loro gruppo di vita fraterna, a livello del loro paese o a livello internazionale, tutte le suore sono responsabili dell'unità della Congregazione e delle strade da seguire. È insieme che partecipano il più possibile allo sviluppo delle decisioni.