Francia

La Congrégation Notre-Dame in Francia.

Verneuil Congress 2019 - Espandi lo spazio della tua tenda

Allo Diocesi # 5: Marie Paule Dubart


9 gennaio 2017 - Festa di Alix Le Clerc a Mattaincourt


Ciao ciao Orly

Dopo cinque anni al ricevimento interreligioso all'aeroporto di Orly, lo scorso settembre non ho ripreso la presenza regolare che fornivo lì. Per me sono stati grandi anni di scoperta del mondo dell'aeronautica, questa città in particolare che è un aeroporto. Ci sono, ovviamente, viaggiatori che, spesso sorpresi di vedere questo piccolo ufficio così diverso dagli altri, ben visibile nella sala arrivi del terminal Orly-Ouest, si sono fermati lì:

ascolto, disponibilità, aiuto, persino supporto allo sportello della loro compagnia aerea - lo stress, la paura di perdere l'aereo sono atteggiamenti frequenti tra chi viaggia poco e non parla francese. Ci sono anche il personale dell'aeroporto; alcuni sono molto fedeli e gli argomenti trattati sono vari e approfonditi. Inoltre apprezzano il relativo silenzio del luogo e il comfort delle poltrone; i doganieri vicini al mio ufficio stavano diventando amici; frequenti contatti con la polizia e la gendarmeria, soprattutto negli ultimi anni. Siamo sempre stati chiamati a riunioni che si occupavano di sicurezza dei terminal, soprattutto negli ultimi anni. È difficile dire in poche parole tutto ciò che sta accadendo in questo ufficio interreligioso:
"Si vede chiaramente solo con il cuore, l'Essenziale è invisibile agli occhi"
ha detto il Piccolo Principe di Antoine de Saint Exupéry.

Tuttavia, a volte lo capiamo leggendo alcune pagine del libro di preghiere nella cappella del Terminal Sud:

"In ogni viaggio, vado dal tumulto a quest'oasi di pace e meditazione"
"Grazie a chi anima e veglia su questo luogo del silenzio"
"Quel giorno, in questa cappella, ho ripreso la fiducia"
“Proteggi il mio viaggio; mi aiuti a scoprire altre civiltà e altri modi di vedere le cose ”.

Si prega per queste intenzioni durante la messa celebrata ogni giorno alle 12, la domenica alle 11.

Monsignor Ravel, Vescovo degli Eserciti e Capo delle Cappellanie Cattoliche degli Aeroporti di Parigi (ADP) ci ha detto durante un incontro con le Cappellanie di Orly, Roissy, Le Bourget e la "Association Notre Dame des Ailes" (Associazione di preghiera che sfugge ai limiti delle diocesi e delle parrocchie e che oltre ai due o tre incontri annuali comunica solo via Internet) “…. 'aprire nuove strade sia nella comunicazione con Dio che nella comunicazione tra uomini credenti ”.

Suor Odile Brongniart


"Cercatori di significato"

"Cercatori di significato", siamo tutti nel nostro mondo spintonato ... e spinto ...
Trovare o riscoprire per oggi valori che ci aiutano a vivere e crescere?
Un team di religiosi e laici vi invita ad incontrarvi per condividere domande, ricerche, esperienze e risorse da donare.

Sei interessato ? Prenditi il ​​tempo per registrarti, tramite e-mail o chiamando suor Ghislaine (vedi il foglio di invito).

Un invito a circolare intorno a te.




La stagione delle vacanze

La stagione delle vacanze è un momento favorevole
fare un passo indietro
e guardare avanti con fiducia e umiltà.

Non realizziamo nella nostra vita
solo una piccola frazione
di questa magnifica compagnia
qual è il piano di Dio per l'umanità ...

… Stiamo piantando i semi che un giorno cresceranno.

Innaffiamo i semi già piantati
sapendo che contengono una promessa per il futuro.
Poniamo le basi che verranno sviluppate
da altri costruttori.
Portiamo un lievito che produce effetti
ben oltre i nostri sforzi ...

... cosa seminiamo, cosa iniziamo,
cosa costruiamo,
è il materiale del presente e del futuro ...
Siamo servi, non messia.
Siamo i profeti di un futuro che non è il nostro
e che tuttavia dipende dal nostro lavoro e dai nostri sforzi ...

Mons. Oscar Romero




Newsflash flash di St Etienne

Newsflash flash di St Etienne: "Circa 200 persone si sono radunate per l'Eucaristia, per circondare le nostre due sorelle, Marie Patrick e Marie Martine, per ringraziare con loro: 75 anni di presenza della Congregazione nella città e nella Diocesi : una bellissima platea composta da ex studenti, insegnanti, vecchi e nuovi amici, parrocchiani, suore del vicinato e suore Notre-Dame.

Ringraziare ... le ragioni sono tante: l'origine della presenza della Congregazione a St Etienne. Nel 1941, la guerra costrinse le suore d'Alsazia a fuggire ea trovarsi "esiliate" a St Etienne ma mantenendo lo stesso dinamismo educativo e creando la scuola "Notre-Dame d'Espérance", ancora presente nel distretto, poi il loro coinvolgimento in catechesi, cappellania, bambini in difficoltà…. Padre Louis Tronchon, “vecchio” amico della Congregazione, ha commentato nella sua omelia il Vangelo della Visitazione, sottolineando che l'azione delle suore in questi 75 anni è stata solo una grande “visita” al mondo. dell'educazione, nel mondo dell'educazione “poveri e ricchi”, e nel mondo della pastorale giovanile e degli adulti.
"Gioia delle visite
Gioia degli incontri
Gioia dei risultati ... "




Laudato Si

Grazie a suor Myriam Péan per questa breve panoramica di una presentazione della Laudato si di Dominique Lang, Assunzionista, 27 aprile 2016.
Introduzione
L'ecologia ci pone di fronte a un certo numero di contraddizioni, incongruenze rispetto al Vangelo. Per gli ambientalisti, dobbiamo salvare il pianeta, convertirci, alleati, incontrarci. Ma queste sono parole cristiane usate per la maggior parte dai non credenti! Ci sfidano nella nostra teologia della creazione. Abbiamo interpretato male Genesi 1. Questo mondo è stato creato dall'Amore. Ogni creatura ha il suo posto. Quindi, questo mondo, questo desiderio di Dio, non puoi toccarlo! Questa creatura è viva, è lo stesso mistero della vita del mio. Facciamo parte della "casa comune".
Creare è lasciarsi vivere, riposare da ciò che ho fatto. Il settimo giorno Dio disse: “Ho fatto tutto quello che potevo, ora tuo! ".
La dottrina sociale della Chiesa non è scritta nella pietra. Man mano che le scoperte scientifiche e le evoluzioni sociali progrediscono, devono essere riviste.
La coscienza ecologica è iniziata con Paolo VI, (1971), poi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI. François dice: “Ci abbiamo pensato, ora stiamo agendo! "

L'Enciclica 18/06/2015
Perché sta succedendo in questo momento? François era lì per riaprire le paratoie. Pensa in termini di processo. Mia responsabilità? Preserva la creazione per rendere grazie a Dio. Lodatelo per natura attraverso di noi (cfr i Salmi: "Fontane, benedite il Signore ...").

Panoramica del processo:
1 ° passo: meraviglia : bellezza della dignità degli esseri umani: incredibile, io esisto!
2a fase: Sii lucido. Risultati molto impressionanti. Entra in campo, ascolta le persone. Ovunque diciamo "C'è un problema di inquinamento nell'aria, nell'acqua, disuguaglianze sociali, problemi di urbanizzazione, ecc ..." Qui è dove devi lavorare.
3 ° passo: Non lavorare da solo ma con il Creatore. Se lasci andare, sei perso!
4 ° passo: un motore ha indotto tutte le cause dell'inquinamento: il paradigma
(modello) tecno-economico. È grazie a lui che siamo usciti dalle 2 guerre mondiali, fino alle 30 gloriose. Ma non abbiamo messo i freni e sono i sistemi impazziti che distruggono tutto! Se vogliamo proclamare la fede, dobbiamo denunciare ciò che distrugge, che è mostruoso. Come posso investire i miei soldi? Guardo in faccia "la Bestia" e imparo a vivere diversamente. 5 ° passo: Un'ecologia integrale perché tutto è collegato!
Rispetta le relazioni, tra persone, nazioni, continenti. (I paesi più colpiti sono i più poveri).
Rispetta i beni culturali. Lascia che ogni cultura fiorisca. Rispetta i beni biologici, la natura.
6a fase: Abbiamo l'umiltà di dialogare con i non cristiani, con il mondo. (L'intera prima parte dell'enciclica è rivolta a tutti gli uomini di buona volontà).

Conclusione
“Non fermarti alle grandi idee. Entra nel luogo della Misericordia. Se ti lasci toccare, apri qualcosa dentro di te e ti muovi. Ciò che diventa fattibile in te è la conversione ”. (vedi tutto l'ultimo capitolo).